Costruire una casa alle Canarie: vantaggi e svantaggi

Costruire casa alle canarie

Le Isole Canarie sono una destinazione sempre più popolare per gli italiani, che desiderano non solo trascorrere le vacanze in un clima mite e in un ambiente naturale unico, ma anche trasferirsi in pianta stabile per realizzare un progetto di vita.

Uno degli aspetti più importanti e delicati per chi progetta un trasferimento è certamente la casa, che in base alle scelte personali ed alle disponibilità economiche dei singoli può essere in affitto oppure di proprietà.

Ultimamente si leggono sui social diversi commenti di persone che vorrebbero addirittura costruire la propria casa, acquistando un terreno e realizzando in loco un immobile “su misura”: questo articolo è dedicato proprio a queste persone.

Costruire un immobile alle canarie

Premettiamo subito una cosa: costruire un immobile implica tutta una serie di aspetti di carattere economico, legale e tecnico che l’acquisto di un immobile già esistente (nuovo o usato che sia) non comporta affatto. Questo, giusto per dire che la costruzione non è un’alternativa all’acquisto, bensì qualcosa di completamente diverso, che richiede sforzi e competenze tipicamente estranei alla maggior parte di coloro che vorrebbero cimentarsi in un’iniziativa di questo tipo.

Credo sia inoltre doveroso sottolineare che nemmeno chi ha esperienze pregresse in Italia possa considerarsi del tutto preparato per affrontare una costruzione in Spagna: ciascun paese, infatti, ha le sue peculiarità e la complessità di un’operazione di questo tipo implica la presenza fisiologica di una serie di variabili di carattere “locale” sconosciute anche ai più esperti.

È comunque indubbio che la costruzione di una casa sia un’opzione in grado di offrire diversi vantaggi, tra i quali:

  • Libertà di progettazione e personalizzazione: la costruzione di una casa permette di realizzare un immobile su misura, in base alle proprie esigenze e preferenze. È possibile scegliere la posizione, le dimensioni, la forma, il numero di camere da letto e di bagni, i materiali e le finiture.
  • Qualità e comfort: chi costruisce la propria casa ha la possibilità di utilizzare materiali e finiture di alta qualità, garantendo un elevato standard in termini di comfort e vivibilità (raramente presenti nell’offerta immobiliare locale).
  • Valore dell’immobile: è indubbio che l’edificio di nuova costruzione offra anche vantaggi di tipo economico, sia in termini di minore manutenzione che di conservazione del proprio valore nel corso degli anni (dunque migliore rivendibilità nel futuro).

Esistono, tuttavia, anche una serie di svantaggi, che è doveroso considerare prima di imbarcarsi in una simile avventura. Vediamo, anche in base alla mia personale esperienza, quali sono i più importanti:

  • Costi: mentre l’acquisto di una casa già esistente ha un costo certo (sempre che lo si affronti con i dovuti strumenti e le dovute verifiche) la costruzione ha dei margini di incertezza che devono necessariamente essere tenuti in considerazione. È dunque molto importante presidiare con la massima diligenza possibile tutto il processo, dalla progettazione, alla messa in opera fino alla chiusura del cantiere, sia da un punto di vista edilizio che burocratico e urbanistico. Ogni imprevisto aumenta i costi, così come pure ogni ritardo.
  • Tempi: la costruzione di una casa richiede tempo, da diversi mesi a un anno, o più. È molto comune sottostimare le tempistiche, specialmente quelle che non dipendono dal cantiere o comunque dalla squadra. Ogni intoppo burocratico si traduce in attese e ogni attesa si traduce in un costo aggiuntivo. Mai come nel caso di un cantiere edilizio il vecchio adagio “il tempo è denaro” fu più azzeccato.
  • Responsabilità: affrontare un progetto edilizio con il relativo cantiere non è qualcosa che possa essere improvvisato. Chi acquista un terreno e costruisce una casa in Spagna ha una serie di responsabilità legali alle quali deve essere preparato a rispondere, a prescindere dal suo grado di preparazione. In questo contesto è fondamentale affidarsi a figure professionali competenti e affidabili, in grado di mantenere bassi livelli di rischio durante tutte le fasi della costruzione.

Conclusioni

Costruire una casa alle Canarie è un’opzione che offre diversi vantaggi, ma è importante considerare attentamente costi, tempi e rischi prima di prendere una decisione. È fondamentale non solo disporre di un budget adeguato, ma anche di un’ottima pianificazione e di una squadra affidabile e competente.

Chiudo questo articolo con qualche piccolo consiglio, frutto della mia esperienza diretta di oltre sette anni come investitore e come “promotore” alle Isole Canarie:

  • Il primo passo che devi compiere non è la ricerca del terreno (come tutti invece fanno), ma la costruzione di una squadra. Inutile muoversi senza avere prima preso contatti con un architetto, un aparejador (il nostro geometra), un’impresa di costruzioni e, in particolare per chi non vive sull’isola, un consulente immobiliare che svolga un ruolo super-partes di interfaccia con il team.
  • Una volta individuata la squadra, prima di iniziare a cercare il terreno, è opportuno definire un progetto di massima: sapere cosa si intende costruire è fondamentale per poter scegliere il terreno adeguato. Se voglio costruire una villa da 300 m2 su due piani, per andare a viverci, devo trovare un terreno che non solo sia urbano residenziale, ma che mi consenta di costruire 300 m2 su due livelli. Ogni terreno ha infatti il suo uso, il suo coefficiente di edificabilità, i suoi vincoli costruttivi e progettuali.
  • Mai acquistare un terreno in autonomia, senza il supporto di un professionista che sia in grado di verificare, attraverso opportune indagini, che le sue caratteristiche siano effettivamente compatibili con quelle del progetto. Queste informazioni non vanno inoltre mai prese direttamente dal venditore, oppure da un terzo che abbia interessi economici nella compravendita: consiglio di far svolgere sempre le dovute verifiche e valutazioni ai componenti della propria squadra.
  • La tua presenza in loco, durante tutte le fasi del progetto, è fondamentale per garantire il rispetto dei tempi e dei costi. “El ojo del amo engorda el caballo”, si dice in Spagna (l’occhio del padrone ingrassa il cavallo): sii presente più che puoi o delega l’attività di coordinamento a una figura competente e di estrema fiducia.

Ci sarebbe ancora moltissimo da dire su un argomento così vasto, ma sono certo che le informazioni riportate in questo articolo possano quanto meno indirizzare i “novelli costruttori” verso un approccio più sano e sicuro.

Se ti fosse rimasto qualche dubbio, scrivilo pure nei commenti.

Articolo a cura di Marco Sparicio Consulente Immobiliare Canarie

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confrontare