Nuova legge sugli affitti turistici alle Isole Canarie

nuova legge affitti turistici canarie

Cerchiamo di fare chiarezza e smontiamo 3 miti:

Negli ultimi mesi si sta facendo un gran parlare della nuova legge sugli affitti turistici alle Isole Canarie destinata, a quanto pare, a rivoluzionare questo settore (almeno per come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi).

Come spesso accade, il cambiamento tende a suscitare un certo malcontento nella popolazione, ancor più se gli interessi in gioco sono perlopiù di tipo economico.

Ma facciamo prima un po’ d’ordine: gli affitti turistici alle Isole Canarie sono normati dal Reglamento de las viviendas vacacionales de la Comunidad Autónoma de Canarias, approvato con decreto nel maggio del 2015.

La norma intendeva regolare gli affitti turistici delle abitazioni di tipo “residenziale”, consentendo a chiunque avesse a disposizione appartamenti da affittare, di dirottare la propria offerta verso il settore turistico.

La genesi di questo regolamento e la sua inaspettata evoluzione (nel 2017 uscì una sentenza del Tribunale Supremo che annullò alcuni suoi articoli) non è nota a molti, ma è l’elemento chiave per la comprensione di quanto sta accadendo oggi e di quali siano le reali motivazioni ed intenzioni della politica.

A questo si aggiunga che, vuoi per effetto della sopra citata sentenza, vuoi per il reiterato uso improprio di questa legge da parte di “soggetti organizzati”, si è assistito in questi ultimi anni ad una crescita incontrollata di questo fenomeno, che ha portato a conseguenze inattese sia a livello urbanistico che a livello sociale.

Detto ciò, non essendo comunque questo l’argomento dell’articolo, vorrei concentrare l’attenzione su tre “bufale” che stanno girando sul Web e che il Gobierno de Canarias ha già provveduto a smentire attraverso documenti ufficiali.

Ecco i 3 miti che vanno smontati:

La prima bufala riguarda la limitazione nell’acquisto di immobili e nell’esercizio dell’attività degli affitti turistici a soggetti stranieri o comunque non residenti.

Il Governo fa sapere che “le discriminazioni o restrizioni basate sulla nazionalità o sulla residenza non sono compatibili con l’ordinamento costituzionale e dell’Unione Europea”. Un no secco, dunque, che lascia ben poco spazio alle interpretazioni.

La seconda bufala riguarda invece la possibile equiparazione delle case vacanze alle altre tipologie di alloggio turistico (hotel, appartamenti turistici, etc.). Il Governo fa infatti sapere che “le case vacanze e le altre tipologie di alloggio turistico sono realtà diverse dal punto di vista materiale e gestionale” e, per questo motivo, verranno regolate da una norma dedicata, che tenga in considerazione la reale natura di questa tipologia di alloggio.

Un altro tema che si è letto ultimamente riguardo questa nuova legge è la possibilità di introdurre norme per la regolamentazione dei prezzi delle case vacanze: questo è un cavallo di battaglia di una certa mentalità politica che però, ancora una volta, viene raffreddato dai promotori di questa legge, i quali dichiarano al riguardo che “il quadro giuridico vigente non lo consente, in quanto si tratta di un’economia di libero mercato”.

Questi sono solo tre dei punti già chiariti dalla Consejería de Turismo y Empleo del Gobierno de Canarias che, essendo l’organo dal quale nasce questa iniziativa legislativa, rappresenta oggi la fonte più attendibile dalla quale attingere novità sugli sviluppi di questo cambiamento in atto.

Conclusione oggettiva:

Possiamo concludere ricordando che comunque, fino alla pubblicazione della legge definitiva nel BOE (Boletín Oficial del Estado) tutto è suscettibile di modifiche e, di conseguenza, ogni decisione in merito a possibili investimenti in questo settore è totalmente a rischio e pericolo di chi ci sta per mettere i propri soldi.

Diffidare di chi dispensa certezze su questo tema è oggi l’unico strumento di protezione di cui disponiamo. Non sta per finire il business ma stanno per cambiare le regole: la buona notizia è che chi saprà abbracciare questo cambiamento, operando le giuste scelte, potrà a mio avviso riportare i propri profitti ai livelli di qualche anno fa.

Articolo a cura di Marco Sparicio Consulente Immobiliare Canarie

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confrontare
Ricerca
Prezzo range A partire da a
Altre caratt.